Come comunicare prognosi infauste? Chi deve svolgere questo compito? E come? Ancora: esiste una differenza tra dire e comunicare? Domande scottanti, complesse, dentro uno spazio e un tempo in cui si intrecciano speranza e inquietudine, desideri e solitudine. Il tema tocca ogni soggetto: dal paziente, al personale sanitario, alla famiglia, alle istituzioni. Nessuno può chiamarsi fuori. Il volume presenta punti di vista ed esperienze diverse, nel tentativo di creare quello sguardo integrato che solo può garantire una comunicazione all'altezza del compito che la pratica sanitaria oggi esige.

Dire la verità, comunicare la verità

CATTORINI, PAOLO MARINO;PICOZZI, MARIO
2005

Abstract

Come comunicare prognosi infauste? Chi deve svolgere questo compito? E come? Ancora: esiste una differenza tra dire e comunicare? Domande scottanti, complesse, dentro uno spazio e un tempo in cui si intrecciano speranza e inquietudine, desideri e solitudine. Il tema tocca ogni soggetto: dal paziente, al personale sanitario, alla famiglia, alle istituzioni. Nessuno può chiamarsi fuori. Il volume presenta punti di vista ed esperienze diverse, nel tentativo di creare quello sguardo integrato che solo può garantire una comunicazione all'altezza del compito che la pratica sanitaria oggi esige.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/1495130
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact