I Nuovi Keynesiani hanno elaborato una teoria del credito e degli intermediari finanziari differente da quella che caratterizza l'interpretazione tradizionale di Keynes basata sul modello IS-LM e sui modelli elaborati da Tobin e dalla 'new view' Questo lavoro si pone due obiettivi. Il primo consiste nel mostrare che l'approccio dei Nuovi Keynesiani se, da un lato, ha il merito di dare rilievo ad aspetti della relazione tra grandezze finanziarie e reali trascurati dalla teoria tradizionale, dall'altro sembra contraddire alcuni punti fondamentali della teoria keynesiana. Il secondo obiettivo consiste nel definire i punti salienti di una possibile sintesi che renda coerenti gli aspetti rilevanti dell'analisi dei NK con la teoria di Keynes.

Credito e istituzioni finanziarie: un'impostazione keynesiana.

BERTOCCO, GIANCARLO
1998

Abstract

I Nuovi Keynesiani hanno elaborato una teoria del credito e degli intermediari finanziari differente da quella che caratterizza l'interpretazione tradizionale di Keynes basata sul modello IS-LM e sui modelli elaborati da Tobin e dalla 'new view' Questo lavoro si pone due obiettivi. Il primo consiste nel mostrare che l'approccio dei Nuovi Keynesiani se, da un lato, ha il merito di dare rilievo ad aspetti della relazione tra grandezze finanziarie e reali trascurati dalla teoria tradizionale, dall'altro sembra contraddire alcuni punti fondamentali della teoria keynesiana. Il secondo obiettivo consiste nel definire i punti salienti di una possibile sintesi che renda coerenti gli aspetti rilevanti dell'analisi dei NK con la teoria di Keynes.
8840004939
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Bertocco 1998.pdf

non disponibili

Descrizione: PDF editoriale
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.03 MB
Formato Adobe PDF
1.03 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/1782137
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact