Nel paper viene sviluppato un modello descrittivo del meccanismo di scelta adottato dalle società di italiane di medie-piccole dimensioni del settore dei servizi; la costruzione del modello, che formalizza il meccanismo di scelta di finanziamento adottata in uno specifico momento in forma dicotomica (debito o capitale proprio), prevede una relazione funzionale della variabile dipendente (il leverage) con un set di variabili indipendenti che sono state selezionate sia perché la teoria sulla struttura del capitale ne prescrive la rilevanza, sia perché precedenti studi empirici ne hanno dimostrato l’influenza. Le variabili prese a riferimento dal modello sono: la dimensione dell’azienda, la struttura delle attività, il peso relativo degli intangibles, la redditività, il rischio, il tasso di crescita, l’età, la liquidità. Il modello viene stimato applicando la “Logit Analysis” ad un campione di 104 aziende, selezionate tra quelle che per gli anni 1999-2009 hanno effettuato un aumento di capitale o hanno ricorso al debito esterno; la procedura è applicata alle società operanti nel settore dei servizi nel tentativo di cogliere peculiarità di comportamento degli agenti economici impegnati a difendere il proprio vantaggio competitivo in quei settori in cui la dematerializzazione dei processi produttivi è particolarmente accentuata. Il lavoro è organizzato in sei sezioni; nella prima e nella seconda sezione si introduce l’argomento e si fornisce la cornice teorica ed empirica di riferimento in cui si colloca la presente ricerca; nella terza sezione si sviluppa il modello, la specificazione statistica e si forniscono indicazioni sul campione e sul data set utilizzato; nella quarta parte vengono definite le variabili che sono ritenute rappresentative della scelta tra equity e debito per le imprese dei servizi; nella quinta sezione si presentano i risultati ottenuti; nella sesta e conclusiva sezione si testa l’abilità predittiva del modello e si formulano le conclusioni.

La struttura del capitale delle imprese di servizi: prime evidenze da uno studio sulle società intangible asset-intensive

PANNO, ALESSANDRO
2012

Abstract

Nel paper viene sviluppato un modello descrittivo del meccanismo di scelta adottato dalle società di italiane di medie-piccole dimensioni del settore dei servizi; la costruzione del modello, che formalizza il meccanismo di scelta di finanziamento adottata in uno specifico momento in forma dicotomica (debito o capitale proprio), prevede una relazione funzionale della variabile dipendente (il leverage) con un set di variabili indipendenti che sono state selezionate sia perché la teoria sulla struttura del capitale ne prescrive la rilevanza, sia perché precedenti studi empirici ne hanno dimostrato l’influenza. Le variabili prese a riferimento dal modello sono: la dimensione dell’azienda, la struttura delle attività, il peso relativo degli intangibles, la redditività, il rischio, il tasso di crescita, l’età, la liquidità. Il modello viene stimato applicando la “Logit Analysis” ad un campione di 104 aziende, selezionate tra quelle che per gli anni 1999-2009 hanno effettuato un aumento di capitale o hanno ricorso al debito esterno; la procedura è applicata alle società operanti nel settore dei servizi nel tentativo di cogliere peculiarità di comportamento degli agenti economici impegnati a difendere il proprio vantaggio competitivo in quei settori in cui la dematerializzazione dei processi produttivi è particolarmente accentuata. Il lavoro è organizzato in sei sezioni; nella prima e nella seconda sezione si introduce l’argomento e si fornisce la cornice teorica ed empirica di riferimento in cui si colloca la presente ricerca; nella terza sezione si sviluppa il modello, la specificazione statistica e si forniscono indicazioni sul campione e sul data set utilizzato; nella quarta parte vengono definite le variabili che sono ritenute rappresentative della scelta tra equity e debito per le imprese dei servizi; nella quinta sezione si presentano i risultati ottenuti; nella sesta e conclusiva sezione si testa l’abilità predittiva del modello e si formulano le conclusioni.
9788815240774
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Panno_Struttura del Capitale in Catturi_Cavazzoni.pdf

accesso aperto

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.88 MB
Formato Adobe PDF
2.88 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/1789970
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact