"Trivialities", cammei e impiccagioni: note sul "Viaggio a Parigi e Londra" di Alessandro Verri