Questa postfazione al graphic essay di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, che sceneggia a fumetti la storia del nonno cinese di Matteo Demonte, mira a collocare gli eventi trattati nel volume nella più ampia cornice della prima migrazione cinese in Italia, quella che, in pieno ventennio fascista, getterà i semi per le ondate migratorie successive. Le migrazioni del dopoguerra, infatti, si snoderanno lungo le linee di parentela degli appartenenti ai diversi lignaggi che, da poche decine di villaggi negli odierni distretti di Qingtian, Wencheng, Rui'an e Wenzhou-Ouhai nella regione costiera del Zhejiang, per primi migrarono verso l'Europa e l'Italia. A partire da documenti d'archivio e testimonianze di anziani appartenenti alla prima generazione sino-italiana, figli di padri cinesi e madri italiane, si condensano in questa articolo gli esiti preliminari di una più ampia ricerca tutt'ora in corso, dettagliando per sommi capi le diverse fasi dello sviluppo di una imprenditoria a vocazione commerciale e artigiana, la complessa e in gran parte inedita vicenda dell'internamento di massa, per l'intera durata del secondo conflitto mondiale, di oltre 2/3 dei cinesi d'Italia, la determinazione mostrata dai pionieri della diaspora cinese nel nostro paese nel voler costruire un futuro migliore per i propri discendenti in Italia e in Cina.

I cinesi nell’Italia fascista

BRIGADOI COLOGNA, DANIELE
2015

Abstract

Questa postfazione al graphic essay di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, che sceneggia a fumetti la storia del nonno cinese di Matteo Demonte, mira a collocare gli eventi trattati nel volume nella più ampia cornice della prima migrazione cinese in Italia, quella che, in pieno ventennio fascista, getterà i semi per le ondate migratorie successive. Le migrazioni del dopoguerra, infatti, si snoderanno lungo le linee di parentela degli appartenenti ai diversi lignaggi che, da poche decine di villaggi negli odierni distretti di Qingtian, Wencheng, Rui'an e Wenzhou-Ouhai nella regione costiera del Zhejiang, per primi migrarono verso l'Europa e l'Italia. A partire da documenti d'archivio e testimonianze di anziani appartenenti alla prima generazione sino-italiana, figli di padri cinesi e madri italiane, si condensano in questa articolo gli esiti preliminari di una più ampia ricerca tutt'ora in corso, dettagliando per sommi capi le diverse fasi dello sviluppo di una imprenditoria a vocazione commerciale e artigiana, la complessa e in gran parte inedita vicenda dell'internamento di massa, per l'intera durata del secondo conflitto mondiale, di oltre 2/3 dei cinesi d'Italia, la determinazione mostrata dai pionieri della diaspora cinese nel nostro paese nel voler costruire un futuro migliore per i propri discendenti in Italia e in Cina.
9788899016128
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/2026850
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact