Il contributo pone in luce l'inedito rapporto sviluppatosi tra XVI e XVII tra il casato padovano, ma di origine lucchese degli Obizzi e la dinastia sabauda attraverso le diverse forme di mecenatismo artistico. Momento principale di questo rapporto fu la tappa al castello del Catajo effettuata dal duca di Savoia, in compagnia della sorella e del consorte, principe elettori di Baviera, durante il suo viaggio a Venezia del 1667.

Carlo Emanuele II di Savoia: il suo viaggio a Venezia nel 1667 ed il suo incontro con Pio Enea Obizz

Laura Facchin
2016

Abstract

Il contributo pone in luce l'inedito rapporto sviluppatosi tra XVI e XVII tra il casato padovano, ma di origine lucchese degli Obizzi e la dinastia sabauda attraverso le diverse forme di mecenatismo artistico. Momento principale di questo rapporto fu la tappa al castello del Catajo effettuata dal duca di Savoia, in compagnia della sorella e del consorte, principe elettori di Baviera, durante il suo viaggio a Venezia del 1667.
978-88-903426-2-2
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/2071058
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact