La relazione tra pericolo e colpa è esaminata tanto nella cornice del reato colposo di danno, quanto in quella del reato colposo di pericolo, dopo aver distinto in premessa la regola cautelare in senso stretto dalla regola cautelativa (rispettivamente imperniate sul pericolo e sul rischio) e assunto la prima come fulcro dell’indagine. Da un lato, la centralità del concetto di pericolo per la comprensione della struttura del reato colposo di danno emerge con riguardo al giudizio di prevedibilità dell’evento, sul quale s’incentra la tipicità della condotta colposa, non senza evidenziare differenze e parallelismi di tale giudizio rispetto a quello richiesto per l’accertamento del pericolo concreto nel corrispondente modello di incriminazione. Attenzione meritano poi – su questo versante – il rapporto tra reato di pericolo astratto (amplius pericolo “non concreto”) e reato colposo di danno e, in particolare, le ipotesi (e i limiti) di convergenza del primo nel secondo. Dall’altro lato, la relazione tra pericolo e colpa nel contesto di quella particolare forma di anticipazione della tutela penale rappresentata dal reato colposo di pericolo è indagata con riferimento agli ambiti, ritenuti paradigmatici, dei delitti contro l’incolumità pubblica e dei delitti contro l’ambiente previsti dal Codice penale.

Pericolo e colpa

C. Perini
2021

Abstract

La relazione tra pericolo e colpa è esaminata tanto nella cornice del reato colposo di danno, quanto in quella del reato colposo di pericolo, dopo aver distinto in premessa la regola cautelare in senso stretto dalla regola cautelativa (rispettivamente imperniate sul pericolo e sul rischio) e assunto la prima come fulcro dell’indagine. Da un lato, la centralità del concetto di pericolo per la comprensione della struttura del reato colposo di danno emerge con riguardo al giudizio di prevedibilità dell’evento, sul quale s’incentra la tipicità della condotta colposa, non senza evidenziare differenze e parallelismi di tale giudizio rispetto a quello richiesto per l’accertamento del pericolo concreto nel corrispondente modello di incriminazione. Attenzione meritano poi – su questo versante – il rapporto tra reato di pericolo astratto (amplius pericolo “non concreto”) e reato colposo di danno e, in particolare, le ipotesi (e i limiti) di convergenza del primo nel secondo. Dall’altro lato, la relazione tra pericolo e colpa nel contesto di quella particolare forma di anticipazione della tutela penale rappresentata dal reato colposo di pericolo è indagata con riferimento agli ambiti, ritenuti paradigmatici, dei delitti contro l’incolumità pubblica e dei delitti contro l’ambiente previsti dal Codice penale.
9788828828983
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PERINI - estratto Enc. dir. - Pericolo e colpa.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 338.86 kB
Formato Adobe PDF
338.86 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11383/2120904
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact