Antonio Banfi: la domanda di un sapere marxista "nell'uomo copernicano"