Ludovico Geymonat, l'ultimo positivista italiano?