Il Fondo di istituto: una normativa "esecranda e sputacchievole"