Le clausole di gradimento nella recente prassi statutaria