Preti-Renaissance? Su alcuni recenti studi