Il nuovo volto di Ares o il simbolico nella guerra post moderna