SIMULAZIONE, DISTURBI FITTIZI, ISTERIA: CONTIGUITÀ O DIAGNOSI DIFFERENZIALE?