Il cristallo di Schmitt: una riflessione