A proposito di una controversia sullo Stato e il culto della personalità tra Althusser e Rancière