Si esamina la classica tesi di San Tommaso d'Aquino per cui il fatto che l'Universo abbia avuto un inizio temporale non può essere dimostrato razionalmente e si può sapere solo per fede, giungendo alla conclusione che in realtà oggi si può ritenere che la necessità di un inizio dell'Universo sia dimostrabile (anche se attraverso la scienza e non la metafisica), mentre per altro verso l'eventuale eternità dell'Universo non sarebbe di per sé in contrasto con la fede nella Creazione.

Scienza e metafisica: il caso della cosmologia

MUSSO, PAOLO
2005

Abstract

Si esamina la classica tesi di San Tommaso d'Aquino per cui il fatto che l'Universo abbia avuto un inizio temporale non può essere dimostrato razionalmente e si può sapere solo per fede, giungendo alla conclusione che in realtà oggi si può ritenere che la necessità di un inizio dell'Universo sia dimostrabile (anche se attraverso la scienza e non la metafisica), mentre per altro verso l'eventuale eternità dell'Universo non sarebbe di per sé in contrasto con la fede nella Creazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/18624
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact