Background. Evidenze in letteratura dimostrano che l’aderenza alla dieta mediterranea ha effetti favorevoli sulla salute, in termini sia di morbosità che di mortalità per tutte le cause, ed in particolare per la malattia cardiovascolare (MCV). In considerazione dell’importanza dell’evidence-based medicine anche nell’area della prevenzione nutrizionale è necessario condurre trial clinici e revisioni sistematiche per fornire delle raccomandazioni. Metodi. Abbiamo condotto una revisione degli studi in letteratura che hanno valutato, sia in prevenzione primaria che secondaria, l’associazione tra dieta ed eventi cardiovascolari fatali e non fatali. Ricercando sulla MEDLINE le seguenti parole chiave: dieta mediterranea, MCV, mortalità e prevenzione, abbiamo selezionato 15 trial clinici randomizzati con più di 100 pazienti arruolati. I risultati sono stati analizzati in relazione agli effetti della dieta mediterranea sulle lipoproteine plasmatiche, diabete, ipertensione, disfunzione endoteliale, sindrome metabolica, capacità antiossidante, incidenza di morbosità e mortalità per MVC. Risultati. Nella maggior parte degli studi analizzati si evidenzia che la dieta mediterranea migliora l’assetto lipidico plasmatico, riduce i valori di pressione arteriosa, riduce l’insulino-sensibilità, la prevalenza di sindrome metabolica e la disfunzione endoteliale, ed aumenta la capacità antiossidante. Negli studi in prevenzione primaria, la maggiore aderenza alla dieta mediterranea si associa ad una riduzione del rischio a 10 anni di MCV dal 15% al 30%. In prevenzione secondaria, la ricorrenza di eventi coronarici è ridotta del 45% ca, mentre la mortalità cardiovascolare si riduce del 30-70% (variabilità prevalentemente correlata ai criteri d’inclusione nello studio e alla durata del follow-up). Conclusioni. La dieta mediterranea riduce il rischio di MCV, indipendentemente dalla riduzione dei fattori di rischio cardiovascolari convenzionali. L’effetto positivo della dieta mediterranea sulla salute è verosimilmente attribuibile al suo apporto plurivitaminico e antiossidante. Ulteriori studi sono necessari per confermare i benefici della dieta mediterranea e indagare i meccanismi sottostanti.

La dieta mediterranea ha un ruolo nella prevenzione cardiovascolare?

GIANFAGNA, FRANCESCO;
2006

Abstract

Background. Evidenze in letteratura dimostrano che l’aderenza alla dieta mediterranea ha effetti favorevoli sulla salute, in termini sia di morbosità che di mortalità per tutte le cause, ed in particolare per la malattia cardiovascolare (MCV). In considerazione dell’importanza dell’evidence-based medicine anche nell’area della prevenzione nutrizionale è necessario condurre trial clinici e revisioni sistematiche per fornire delle raccomandazioni. Metodi. Abbiamo condotto una revisione degli studi in letteratura che hanno valutato, sia in prevenzione primaria che secondaria, l’associazione tra dieta ed eventi cardiovascolari fatali e non fatali. Ricercando sulla MEDLINE le seguenti parole chiave: dieta mediterranea, MCV, mortalità e prevenzione, abbiamo selezionato 15 trial clinici randomizzati con più di 100 pazienti arruolati. I risultati sono stati analizzati in relazione agli effetti della dieta mediterranea sulle lipoproteine plasmatiche, diabete, ipertensione, disfunzione endoteliale, sindrome metabolica, capacità antiossidante, incidenza di morbosità e mortalità per MVC. Risultati. Nella maggior parte degli studi analizzati si evidenzia che la dieta mediterranea migliora l’assetto lipidico plasmatico, riduce i valori di pressione arteriosa, riduce l’insulino-sensibilità, la prevalenza di sindrome metabolica e la disfunzione endoteliale, ed aumenta la capacità antiossidante. Negli studi in prevenzione primaria, la maggiore aderenza alla dieta mediterranea si associa ad una riduzione del rischio a 10 anni di MCV dal 15% al 30%. In prevenzione secondaria, la ricorrenza di eventi coronarici è ridotta del 45% ca, mentre la mortalità cardiovascolare si riduce del 30-70% (variabilità prevalentemente correlata ai criteri d’inclusione nello studio e alla durata del follow-up). Conclusioni. La dieta mediterranea riduce il rischio di MCV, indipendentemente dalla riduzione dei fattori di rischio cardiovascolari convenzionali. L’effetto positivo della dieta mediterranea sulla salute è verosimilmente attribuibile al suo apporto plurivitaminico e antiossidante. Ulteriori studi sono necessari per confermare i benefici della dieta mediterranea e indagare i meccanismi sottostanti.
A., Ricco; M. A., Piscitelli; M., Perisano; G., Chiaradia; Gianfagna, Francesco; A., Mannocci; G., La Torre
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/2006525
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact