Il monte ore limitato a disposizione dell'insegnamento della lingua cinese nell'istruzione superiore in Italia rende estremamente difficile, se non impossibile, garantire alla maggioranza degli studenti l'approdo a una padronanza della lingua cinese genuinamente superiore al livello B2, così com'è definito dal Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER). Il paradosso è che perfino il sistema dell'insegnamento della lingua cinese agli stranieri negli atenei cinesi oggi raramente consente di superare tale livello, dato che il curriculum tende a fare riferimento ai parametri stabiliti dal sistema degli esami HSK, il cui livello più elevato è solo nominalmente parificato al C2 del QCER, ma è in realtà a malapena raffrontabile con un B2+. Una possibile soluzione è l'incentivazione di ripetuti e protratti soggiorni di studio in Cina e un raccordo più coerente con l'insegnamento della lingua cinese impartito nel corso del quinquennio delle scuole superiori che hanno il cinese come lingua curriculare.

Una questione critica per l'insegnamento del cinese in Italia: la "trappola del livello intermedio"

Daniele Brigadoi Cologna
2018

Abstract

Il monte ore limitato a disposizione dell'insegnamento della lingua cinese nell'istruzione superiore in Italia rende estremamente difficile, se non impossibile, garantire alla maggioranza degli studenti l'approdo a una padronanza della lingua cinese genuinamente superiore al livello B2, così com'è definito dal Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER). Il paradosso è che perfino il sistema dell'insegnamento della lingua cinese agli stranieri negli atenei cinesi oggi raramente consente di superare tale livello, dato che il curriculum tende a fare riferimento ai parametri stabiliti dal sistema degli esami HSK, il cui livello più elevato è solo nominalmente parificato al C2 del QCER, ma è in realtà a malapena raffrontabile con un B2+. Una possibile soluzione è l'incentivazione di ripetuti e protratti soggiorni di studio in Cina e un raccordo più coerente con l'insegnamento della lingua cinese impartito nel corso del quinquennio delle scuole superiori che hanno il cinese come lingua curriculare.
ORIZZONTECINA
https://www.twai.it/journal/orizzontecina-9-2/
Insegnamento del cinese come seconda lingua; apprendimento della lingua cinese; esami di certificazione linguistica HSK; glottodidattica della lingua cinese;
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/2097485
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact