Contrariamente a ciò che tutti dicono, nel Rinascimento non nacque una nuova idea di ragione, ma due: la prima, quella nata con la scienza galileiana, aperta all’esperienza, all’imprevisto e al mistero, la seconda, quella nata con la filosofia cartesiana, chiusa su sé stessa a causa di una profonda sfiducia nell’esperienza. Paradossalmente, tuttavia, benché la nostra società sia basata sulla prima, la nostra mentalità si basa invece sulla seconda.

L’origine della coscienza moderna

Paolo Musso
2020

Abstract

Contrariamente a ciò che tutti dicono, nel Rinascimento non nacque una nuova idea di ragione, ma due: la prima, quella nata con la scienza galileiana, aperta all’esperienza, all’imprevisto e al mistero, la seconda, quella nata con la filosofia cartesiana, chiusa su sé stessa a causa di una profonda sfiducia nell’esperienza. Paradossalmente, tuttavia, benché la nostra società sia basata sulla prima, la nostra mentalità si basa invece sulla seconda.
http://www.edizionistudium.it/riviste/categorie/Nuova Secondaria
Cartesio, Galileo, ragione, filosofia, scienza, metodo scientifico, esperienza, modernità, Cogito, dubbio metodologico, Dio, res cogitans, res extensa, dogma centrale della modernità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/2103577
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact