Fortunati rinvenimenti archeologici degli ultimi decenni hanno permesso di individuare le aree portuali nella Como romana. Essi costituiscono fondamentali vincoli geografici, che consentono di capire dove si trovasse l’interfaccia tra lago e costa, cosı` come i resti archeologici riferibili a edifici coevi indicano i luoghi in cui vi era la terraferma. Tuttavia, trattandosi in entrambi i casi di ritrovamenti puntuali, si rende necessario considerare altre discipline scientifiche per arricchire la serie di punti geografici e delineare con piu` completezza l’andamento della linea di costa. Molto efficaci sono le indagini del sottosuolo: esse possono consentire di definire il tipo di ambiente presente in un luogo in un determinato periodo storico, grazie all’analisi delle caratteristiche dei sedimenti ed alla descrizione e correlazione delle unita` stratigrafiche, il cui significato cronostratigrafico ne permette un confronto diretto con i ritrovamenti archeologici 1. Si sono rivelati fondamentali per questa finalita` alcuni dei numerosi sondaggi effettuati, a vario scopo, negli ultimi decenni nella piana di Como, in particolare nelle aree di Viale Varese, Via Boldoni, Piazza Duomo, dell’attuale Lungolago (fig. 1, punti A-G).

Archeologia e indagini stratigrafiche per la ricostruzione della linea di costa e delle aree portuali della Como romana

Martinelli E.
Primo
Conceptualization
;
L. Castelletti
Methodology
;
M. F. Ferrario
Investigation
;
F. Livio
Investigation
;
Michetti A. M.
Supervision
2019-01-01

Abstract

Fortunati rinvenimenti archeologici degli ultimi decenni hanno permesso di individuare le aree portuali nella Como romana. Essi costituiscono fondamentali vincoli geografici, che consentono di capire dove si trovasse l’interfaccia tra lago e costa, cosı` come i resti archeologici riferibili a edifici coevi indicano i luoghi in cui vi era la terraferma. Tuttavia, trattandosi in entrambi i casi di ritrovamenti puntuali, si rende necessario considerare altre discipline scientifiche per arricchire la serie di punti geografici e delineare con piu` completezza l’andamento della linea di costa. Molto efficaci sono le indagini del sottosuolo: esse possono consentire di definire il tipo di ambiente presente in un luogo in un determinato periodo storico, grazie all’analisi delle caratteristiche dei sedimenti ed alla descrizione e correlazione delle unita` stratigrafiche, il cui significato cronostratigrafico ne permette un confronto diretto con i ritrovamenti archeologici 1. Si sono rivelati fondamentali per questa finalita` alcuni dei numerosi sondaggi effettuati, a vario scopo, negli ultimi decenni nella piana di Como, in particolare nelle aree di Viale Varese, Via Boldoni, Piazza Duomo, dell’attuale Lungolago (fig. 1, punti A-G).
-
Stratigrafia, Como, linea di costa età romana
Martinelli, E.; Castelletti, L.; Ferrario, M. F.; Livio, F.; Michetti, A. M.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11383/2110417
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact