The proposal for a Common Consolidated Corporate Tax Base (CCCTB) Directive marks a fundamental turning-point in the short history of the European legislation on tax matters, as it would be the first act providing a comprehensive and autonomous set of rules for the determination of the corporate tax base. However, the introduction of a CCCTB system within the European Union raises theoretical, political and practical issues. On a more practical ground, it involves policy considerations and possible conflicts of interest among EU Members, which are well determined to keep their sovereign power on direct taxation. This issue becomes even more crucial in troubled times like the current global and financial crisis. From a theoretical perspective, the CCCTB presents a unique opportunity to consider the system for the taxation of companies from its basic principles: fairness, neutrality, simplicity, efficiency and certainty. These principles shape the design of the CCCTB structure and thus provide guidance to interpretation of the detailed rules. The paper aims at providing a general framework of the CCCTB Directive and at discussing the role of the principles on which it is grounded. With this purpose, three stages are assumed: (i) the policy stage of setting the overall tax objectives; (ii) the design and legislative stage of determining the tax structure and setting the rules; (iii) interpreting and applying the tax rules. The paper does not attempt to discuss the entire range of issues to which the CCCTB gives rise, but focuses on the definitional structure and the tax base itself. In particular, it considers the major issue of the relationship between accounting and tax principles, and supports a stricter connection with the International Financial Reporting Standards (IFRS) as a starting point in ascertaining profit. The paper finally proposes to reconsider the opportunity of realizing the enhanced cooperation procedure in order to initiate a CCCTB among part of EU members

La proposta di Direttiva per una Base Imponibile Consolidata Comune (CCCTB) segna un pasaggio fondamentale nella breve storia della legislazione comunitaria in materia fiscale. Essa è infatti il primo atto normativo a disciplinare a livello sovranazionale un elemento essenziale del tributo, la base imponibile, dal quale dipende in grande parte la misura del prelievo fiscale. Tuttavia, l’introduzione della CCCTB pone questioni di assoluta rilevanza teorica, politica e pratica. Essa infatti esige da (alcuni) stati membri una parziale rinuncia alla potestà impositiva - da sempre considerata una prerogativa irrinunciabile della sovranità statale – in un difficile momento economico. Da un punto di vista scientifico, poi, la CCCTB rappresenta una possibilità unica per riconsiderare gli attuali sistemi di tassazione delle società ed i principi sui quali essi si fondano: equità, neutralità, semplicità, efficienza e certezza.Questi principi informano l’intera struttura della CCCTB e sono per l’interprete una guida sicura nell’applicazione delle regole tecniche. Questo contributo intende fornire un quadro generale della proposta di Direttiva per poi discuterne i principi fondamentali. Si assume che tali principi operino a tre livelli: il primo riguarda la decisione degli obiettivi di politica fiscale, il secondo concerne la definizione della struttura generale del regime e delle regole tecniche, mentre il terzo attiene all’intepretazione ed all’applicazione delle norme. Senza discutere tutte le numerose e pur rilevanti problematiche connesse all’implementazione della CCCTB, l’articolo si concentra sulla struttura generale della base imponibile e sulle definizioni adotatte. Particolare rilievo è dato al problema del rapporto tra regole di determinazione del reddito e Principi Contabili Internazionali: tali standards dovrebbero infatti costituire un punto di partenza comune per la misurazione dei risultati fiscali. In ultima istanza, si vuole suggerire una rimeditazione della procedura di cooperazione rafforzata come strumento per raggiungere una integrazione differenziata

La proposta di Direttiva per una CCCTB: una analisi per principi

Canè, D
2012-01-01

Abstract

La proposta di Direttiva per una Base Imponibile Consolidata Comune (CCCTB) segna un pasaggio fondamentale nella breve storia della legislazione comunitaria in materia fiscale. Essa è infatti il primo atto normativo a disciplinare a livello sovranazionale un elemento essenziale del tributo, la base imponibile, dal quale dipende in grande parte la misura del prelievo fiscale. Tuttavia, l’introduzione della CCCTB pone questioni di assoluta rilevanza teorica, politica e pratica. Essa infatti esige da (alcuni) stati membri una parziale rinuncia alla potestà impositiva - da sempre considerata una prerogativa irrinunciabile della sovranità statale – in un difficile momento economico. Da un punto di vista scientifico, poi, la CCCTB rappresenta una possibilità unica per riconsiderare gli attuali sistemi di tassazione delle società ed i principi sui quali essi si fondano: equità, neutralità, semplicità, efficienza e certezza.Questi principi informano l’intera struttura della CCCTB e sono per l’interprete una guida sicura nell’applicazione delle regole tecniche. Questo contributo intende fornire un quadro generale della proposta di Direttiva per poi discuterne i principi fondamentali. Si assume che tali principi operino a tre livelli: il primo riguarda la decisione degli obiettivi di politica fiscale, il secondo concerne la definizione della struttura generale del regime e delle regole tecniche, mentre il terzo attiene all’intepretazione ed all’applicazione delle norme. Senza discutere tutte le numerose e pur rilevanti problematiche connesse all’implementazione della CCCTB, l’articolo si concentra sulla struttura generale della base imponibile e sulle definizioni adotatte. Particolare rilievo è dato al problema del rapporto tra regole di determinazione del reddito e Principi Contabili Internazionali: tali standards dovrebbero infatti costituire un punto di partenza comune per la misurazione dei risultati fiscali. In ultima istanza, si vuole suggerire una rimeditazione della procedura di cooperazione rafforzata come strumento per raggiungere una integrazione differenziata
2012
Unione Europea; Armonizzazione; Imposte dirette; Proposta di direttiva per una base imponibile consolidata comune per la tassazione delle società
Canè, D
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Canè_La proposta per una base imponibile consolidata comune delle società_un'analisi per principi_Rass. trib._2012.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 511.59 kB
Formato Adobe PDF
511.59 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11383/2141270
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact