Sia gli scienziati che i filosofi contemporanei possono trarre profonde ispirazioni dai risultati conseguiti negli ultimi decenni dalla scienza della complessità. I classici temi filosofici, come la relazione gnoseologico-ontologica tra soggetto conoscente e oggetto conosciuto, la questione dell’essere e del divenire e i dibattiti sul riduzionismo e su determinismo e indeterminismo sono ora diventati anche problemi scientifici, che possono essere discussi nel quadro della scienza moderna, basandosi su concetti quali la dipendenza sensibile dalle condizioni al contorno tipica dei sistemi instabili, l’impossibilità di una predicibilità assoluta, l’irriducibilità delle proprietà emergenti, l’irruzione della dimensione storica, unica e irreversibile, nel mondo dei sistemi complessi. Così, l’antica alleanza tra scienza e filosofia, rotta per troppo lungo tempo, può adesso essere ristabilita in una nuova, magnifica sinergia. Una volta ancora, una barriera cade per lasciare il suo posto a un ponte. In questo dialogo, uno scienziato e un filosofo della scienza cercano di muovere un primo passo insieme su di esso.

È la natura complessa?

MUSSO, PAOLO
2004

Abstract

Sia gli scienziati che i filosofi contemporanei possono trarre profonde ispirazioni dai risultati conseguiti negli ultimi decenni dalla scienza della complessità. I classici temi filosofici, come la relazione gnoseologico-ontologica tra soggetto conoscente e oggetto conosciuto, la questione dell’essere e del divenire e i dibattiti sul riduzionismo e su determinismo e indeterminismo sono ora diventati anche problemi scientifici, che possono essere discussi nel quadro della scienza moderna, basandosi su concetti quali la dipendenza sensibile dalle condizioni al contorno tipica dei sistemi instabili, l’impossibilità di una predicibilità assoluta, l’irriducibilità delle proprietà emergenti, l’irruzione della dimensione storica, unica e irreversibile, nel mondo dei sistemi complessi. Così, l’antica alleanza tra scienza e filosofia, rotta per troppo lungo tempo, può adesso essere ristabilita in una nuova, magnifica sinergia. Una volta ancora, una barriera cade per lasciare il suo posto a un ponte. In questo dialogo, uno scienziato e un filosofo della scienza cercano di muovere un primo passo insieme su di esso.
Complessità; semplicità; caos; entropia; formazione di strutture; meccanicismo; riduzionismo; anti-riduzionismo; determinismo; indeterminismo; reversibilità; irreversibilità; linearità; non linearità; Mandelbrot; Bennett; Agazzi; Arecchi; oggetti; modelli; irriducibilità; profondità logica; profondità ontologica; Poincaré; Hadamard; Ruelle; Lorenz; effetto farfalla; condizioni al contorno; meccanica quantistica; località; scientismo.
Villani, V.; Musso, Paolo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/7676
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact