In un rapido excursus delle posizioni filosofiche sulla conoscenza scientifica della realtà, si porta alla luce la contraddizione, ricorrente nella storia del pensiero, tra una scienza fondata sui dati di realtà e una scienza astratta. Un punto chiave e discriminante nella prospettiva della formazione scolastica. Un’occasione per rendersi conto di quanto concezioni mentali, a volte non rilevate, condizionino i rapporti educativi docente-studente.

Scienza e realtà

MUSSO, PAOLO
2005

Abstract

In un rapido excursus delle posizioni filosofiche sulla conoscenza scientifica della realtà, si porta alla luce la contraddizione, ricorrente nella storia del pensiero, tra una scienza fondata sui dati di realtà e una scienza astratta. Un punto chiave e discriminante nella prospettiva della formazione scolastica. Un’occasione per rendersi conto di quanto concezioni mentali, a volte non rilevate, condizionino i rapporti educativi docente-studente.
Insegnamento delle scienze; meccanicismo; riduzionismo; Circolo di Vienna; neopositivismo; logica matematica; empirismo radicale; Popper; falsificazionismo; Kuhn; Quine; Van Fraassen; Rorty; Davidson; Putnam; Feyerabend; relativismo epistemologico; ragione creativa; Galileo; Einstein; psicologia della Gestalt; fisica; relatività; meccanica quantistica; spazio; materia; energia; Lorenz; Poincaré; caos; complessità; livello mesoscopico; linearità; dinamiche non lineari; proprietà emergenti; autonomia delle scienze; ragione aperta.
Musso, Paolo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11383/7738
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact